Come scegliere tra Google Ads e la SEO per dare visibilità al proprio sito web

Avete un sito web, un blog o un forum che ha tante potenzialità ma non riuscite proprio a far ingranare?

Da oggi, sempre grazie al web, abbiamo a nostra disposizione delle possibilità che se ben sfruttate possono aumentare in tempi relativamente brevi visibilità ed accessi al nostro portale online.

Tra gli strumenti più utlizzati da professionisti e non, vi sono sicuramente Google Adwords e la SEO, che altro non è che l'acronimo di Search Engine Optimization. In questo articolo andremo quindi ad analizzare quali sono i vantaggi di investire in una SEO, rispetto ai vantaggi di un investimento in Google Adwords.

Come anticipato, investire in una SEO significa investire in uno strumento il cui compito è quello di migliorare la visibilità del vostro sito web sui motori di ricerca più utilizzati online. Avere però una visibilità importante sui motori di ricerca non è cosa semplice: infatti non si può prescindere dall'essere in possesso di un sito web ben strutturato, formato da contenuti di qualità che possano soddisfare in pieno le richieste degli utenti che sul motore di ricerca inseriscono le parole chiave che li rimandano al vostro sito.

Tutto ciò accade perchè l'algoritmo di un motore di ricerca è un'intelligenza artificiale in grado di riconoscere quanto sia valido un sito web in relazione alla ricerca effettuata dall'utente.

Se quindi siete in possesso di un sito con tanti contenuti di qualità, o se decidete di affidarvi per la sua costruzione a professionisti del settore come per esempio Deegita, l'investimento migliore nella maggioranza dei casi è quello che porta ad una SEO.

In tutti gli altri casi invece per la promozione dei vostri contenuti, quello che fa al caso vostro potrebbe essere Google ADS.

Utilizzando il servizio offerto da Google Ads, le pagine del tuo sito web figureranno in alto su Google per specifiche parole chiave, attraverso il pagamento di spazi pubblicitari creati ad hoc. Ma attenzione: ovviamente anche questo processo subisce un filtraggio da parte dell'algoritmo di Google, e non basterà essere il miglior offerente per essere in cima alla lista dei risultati della ricerca. Infatti potremmo probabilmente non essere i soli ad aver acquistato un determinato gruppo di parole chiave, e il motore di ricerca metterà in cima alla sua lista sempre la soluzione che soddisfa al meglio le richieste dell'utente che ha effettuato la ricerca.

Se il concetto vi è ora ben chiaro, ora sta a voi scegliere quale sia la soluzione migliore in relazione a quanto avete in mano: personalmente è sempre raccomandabile investire sui contenuti, mettendo online dei siti di qualità che possano soddisfare le esigenze degli utenti, e a conferma di ciò vi è una ricerca che dice che sono sempre più i visitatori che diffidano dei banner, preferendo ad essi i risultati naturali che compaiono in una classica ricerca organica.